maschio-angioino-logo
Comunicazione provvedimenti su conchectomia e caudotomia
Oggetto: Comunicazione provvedimenti su conchectomia e caudotomia
Data invio: 2015-11-04 15:15:55
Invio #: 670
Contenuto:
logonewsletter
.
1
Newsletters di [DATE]

Salve [NAME] oggi ti segnalo,

Il 4 novembre 2010 il Parlamento italiano ha approvato la legge n. 201/2010 sulla Protezione degli animali da compagnia, ratificando così la Convenzione europea del 1987.

L’ articolo 10 di tale legge sancisce che sono vietati gli interventi destinati a modificare l’aspetto di un animale da compagnia, senza risvolti curativi, come il taglio della coda o delle orecchie, la rescissione delle corde vocali e l’asportazione di unghie o denti.

L’ articolo 544-ter (Maltrattamento di animali) del codice penale (introdotto dalla legge 189/2004), prevede, per il delitto di maltrattamento di animali, la reclusione da 3 a 18 mesi o la multa da 5.000 a 30.000 euro .

Il reato di falso ideologico in certificazione viene punito con la reclusione fino ad un anno e l’Ordine può sospendere l’iscritto da 1 a 6 mesi o decidere per la radiazione.

Dal mese di gennaio 2015 la FNOVI, in accordo con l’Enci, ha provveduto e provvederà a controllare i certificati presentati alle esposizioni canine e poi li consegnerà, come è già stato fatto, agli Ordini di competenza, che prenderanno le dovute decisioni in merito.
Ci si chiede: perché l’Enci continua ad accettare e premiare cani, su cui sono stati effettuati simili interventi ? perché i cani che concorrono possono provenire da paesi come la Russia, la Polonia, la Slovenia, l’Ungheria, l’Irlanda , la Gran Bretagna che non hanno sottoscritto la Convenzione
Europea.
L’Enci ha però proposto
di eliminare il taglio delle orecchie dallo “standard” delle razze italiane come il mastino napoletano ed il corso, in modo tale che anche gli allevatori stranieri dovranno adeguarsi.

Il Presidente
dott.ssa Natalia Sanna

 

 

Le tue sottoscrizioni:
[SUBSCRIPTIONS]

 

1
.