maschio-angioino-logo
Obblighi delle strutture veterinarie
Oggetto: Obblighi delle strutture veterinarie
Data invio: 2016-04-07 15:38:37
Invio #: 789
Contenuto:
logonewsletter
.
1
Newsletters di [DATE]

Salve [NAME] oggi ti segnalo,

in riscontro alla richiesta inviata alla Fnovi, relativa agli obblighi delle strutture veterinarie si evince che per le strutture veterinarie gli obblighi variano in base alla tipologia organizzativa e cioè :
-       Medico Veterinario che lavora da solo o i Medici Veterinari che lavorano associati tra loro ma senza nessun altra figura presente, sono considerati lavoratori autonomi e come tali devono rispettare esclusivamente quanto stabilito nell'art. 21 del DLgs 81/08 ovvero :a) utilizzare attrezzature e impianti a norma, b) detenere e utilizzare i DPI (dispositivi di protezione individuale), c) indossare una tessera di riconoscimento quando si eseguono prestazioni in ambienti di lavoro diversi dal proprio. Non esistono obblighi formativi (quindi niente corsi) e non esistono obblighi documentali (quindi niente DVR);
-      Strutture Veterinarie con un titolare e alcuni collaboratori (professionisti con P.IVA individuale che emettono fattura al titolare). In questo tipo di organizzazione devono essere rispettati l'art. 21 e l'art. 26 del DLgs 81/08. L'art. 21 recita tre obblighi: usare strumenti e impianti a norma, detenere e utilizzare DPI (dispositivi di protezione individuale come museruole, lacci, guanti antigraffio ecc.) e indossare un cartellino di riconoscimento quando si opera in un luogo di lavoro non di proprietà (cioè quando si va in un' altra clinica come collaboratore o consulente). L'art. 26, relativo appunto ai luoghi di lavoro con collaboratori, obbliga il titolare a chiedere ai collaboratori un'autocertificazione di iscrizione all'Ordine, obbliga a eseguire la valutazione dei rischi e a informare e formare i collaboratori relativamente appunto ai rischi. Nel caso che un collaboratore introduca nel tuo ambiente un suo apparecchio elettromedicale allora si deve condividere un documento detto DUVRI (documento unico di valutazione dei rischi interferenti) dove l'informazione e la formazione avviene in modo reciproco e viene dichiarata appunto con un documento. Ci sono state anche interpretazioni diverse da parte degli organismi vigilanti che hanno assimilato l’associazione professionale a società semplici.
-      Strutture Veterinarie che hanno dei dipendenti, addetti alle pulizie, infermieri o segretarie, o sono frequentate da tirocinanti a volte inviati dalle stesse Facoltà di Medicina Veterinaria per il completamento del tirocinio pre o post laurea, sono necessariamente soggette al rispetto di tutte quelle norme previste dal DLgs 81/08 e quindi corsi e DVR.

Alla luce di ciò chi è interessato a frequentare questi corsi è pregato di comunicarlo alla segreteria dell'Ordine per mail [email protected] , in modo tale che l'Ordine provvederà ad organizzarli.

 

Le tue sottoscrizioni:
[SUBSCRIPTIONS]

 

1
.