maschio-angioino-logo
cartelli VIETATO FUMARE
Oggetto: cartelli VIETATO FUMARE
Data invio: 2016-05-25 12:26:18
Invio #: 816
Contenuto:
logonewsletter
.
1
Newsletters di [DATE]

Salve [NAME] oggi ti segnalo,

I cartelli devono essere adeguatamente visibili e recare il testo " VIETATO FUMARE ", integrato dalle indicazioni della relativa prescrizione di legge, delle sanzioni applicabili ai contravventori e dei soggetti ai quali spetta vigilare sull`osservanza del divieto e accertare le infrazioni.
Nelle strutture con più locali, oltre al modello di cartello riportato, da situare nei luoghi di accesso o comunque di particolare evidenza, sono adottabili cartelli con la sola scritta VIETATO FUMARE.
La normativa vigente sul divieto di fumo prima ! del 2003 riguardava solo alcuni luoghi pubblici (sale corse, cinema, ospedali, scuole,..) e tutelava solamente lavoratori impiegati in particolari attività per le quali il fumare sarebbe stato pericoloso (lavoro in sotterraneo, cassoni ad aria compressa, cave e miniere, esposizione ad agenti biologici, chimici pericolosi e cancerogeni). La svolta decisiva si è avuta con la
Legge 16 gennaio 2003 n. 3 (art. 51), "Tutela della salute dei non fumatori" in vigore dal 2005 con la quale il divieto di fumo è stato esteso a tutti i locali chiusi, con le sole eccezioni dei locali riservati ai fumatori e quelli privati non aperti ad utenti e al pubblico.
Sono previste sanzioni per l`inosservanza dell’ obbligo di affissione della cartellonistica.
La sanzione amministrativa per la mancata esposizione dei cartelli indicanti il divieto da un minimo
di € 200,000 ad un massimo di € 2200,00.

 

 

Le tue sottoscrizioni:
[SUBSCRIPTIONS]

 

1
.